immagine Blogprova2

Decidi: O sei OGGETTO o sei SOGGETTO!!!

Libertà è anche scegliere di farsi manipolare.

Ti sei mai chiesto se sei un oggetto o un soggetto attivo nel mondo dei social?

La gente spesso si scandalizza perché i social network sanno tutto e monitorano ogni nostra attività, scelta e propensione al consumo. Ci consigliano cosa acquistare o cosa guardare e spesso anticipano i nostri gusti.

Non ci rendiamo conto che Facebook è un secchio vuoto, riempito da noi e dalle nostre idee politiche, economiche, sessuali, religiose e dai nostri interessi, dalle esperienze dei nostri viaggi, dagli scatti dello sport che pratichiamo, dai link della musica che abbiamo ascoltato e dalle immagini dei gattini che abbiamo salvato.

Siamo noi che, liberamente, ci mettiamo in contatto con il Social consegnandogli e rivelandogli le nostre più intime intenzioni, le nostre aspettative e le nostre più o meno sincere identità pensando che il “padrone” non abbia un algoritmo per profilarle.

Ma facciamoci una semplice domanda: per quali finalità questa Entità vuole conoscerci? Per quale ragione analizza e cataloga le nostre scelte? Ne trae un vantaggio reale?

Il Social dice che lo fa per comprendere cosa ci interessa e per farci trovare prima, meglio e con più facilità cosa ci serve. Quasi un servizio offerto alla collettività.

In realtà in questo modo ci auto-targetizziamo. Se i social vengono utilizzati “incoscientemente” sarà molto semplice diventare di fatto oggetto di uno scambio tra chi detiene le informazioni e il “cliente” dello stesso.

Niente di male o di sbagliato, sia chiaro, basta saperlo. Comprenderlo e poi decidere, liberamente.

Si può fare quindi una scelta diversa, portando la propria professione all’interno del mondo dei social. In questo caso si diventa soggetto, attivo e pensante, che utilizza le conoscenze del Social per comprendere le preferenze, la volontà e i gusti del nostro futuro target di riferimento al fine di trarne un beneficio personale e reale.

Per cui non bisogna scandalizzarsi, basta conoscere la differenza tra le due opportunità e poi decidere di conseguenza.

Libertà è anche scegliere cosa essere, un oggetto nelle mani del grande fratello o un soggetto consapevole.

E tu, riflettendoci su, cosa sei?

Se vuoi leggere il mio ultimo libro clicca su http://laconversione.it/

Commenti