pinterest

Sai cos’è Pinterest? Ecco perché dovresti iniziare ad usarlo!

Quando si parla di social media strategy, ci si sofferma soprattutto su piattaforme come Facebook, Twitter o Instagram, che sono anche i canali più diffusi e utilizzati dalle aziende che hanno compreso la necessità di esser presenti online.
C’è un social network, però, di cui ancora pochi conoscono le funzionalità, perché generalmente considerato una semplice galleria di immagini spettacolari in cui perdersi, o il canale di ispirazione privilegiato dalle utenti donna alla ricerca di ricette e dell’outfit giusto.

Quando si parla d’ispirazione, ci si riferisce ovviamente a Pinterest, una bacheca virtuale nata nel  2010 negli USA come “catalogo mondiale delle idee”. Grazie a questo strumento, che solo in un secondo momento è diventato social network, è possibile organizzare e catalogare immagini originali o prese dal web in base al nostro interesse e salvare (con un pin, una puntina) immagini e idee degli altri utenti sulla nostra home principale.

Il visual marketing su Pinterest la fa da padrone, insomma! E, come abbiamo potuto constatare nell’ultimo anno dall’ascesa irrefrenabile di social come Instagram e Snapchat, la comunicazione visiva è diventata ormai lo strumento privilegiato dagli utenti medi e dalle aziende per farsi conoscere e rendere più invitante il prodotto o il servizio offerti.

Per questo motivo, Pinterest è un ottimo strumento per promuovere i propri prodotti, a patto che le immagini siano curate e in linea con i nostri obiettivi. Molti utenti di internet arrivano sulle bacheche di Pinterest per cercare ispirazione e perché alla ricerca di un prodotto. Quando trovano il prodotto cui sono interessati, “pinnano” (salvano e seguono) le immagini che corrispondono alle loro aspettative e le conservano nella loro “lista desideri”. Se un brand cura il suo aspetto e la sua presenza su Pinterest, ha più possibilità di esser seguito, esser considerato affidabile e, quindi, scelto dagli utenti nel momento dell’acquisto.

Per rendere la comunicazione tra il tuo sito web e Pinterest più semplice, esistono diversi widget che si possono inserire sulle pagine web per rendere “pinnabile” ogni contenuto che desideriamo e accrescere così il materiale visivo della nostra bacheca. Inoltre, è possibile collegare il proprio profilo Facebook e Twitter a Pinterest e condividere i loro contenuti sulla bacheca, ma per una strategia di successo è consigliabile creare anche delle immagini nuove, originali e corredate di logo aziendale.
Perché? La risposta è semplice: i contenuti di Pinterest viaggiano da una bacheca all’altra, possono essere scaricati e riutilizzati, spesso correndo anche il rischio di non rispettare il copyright, quindi il logo del proprio brand sulle immagini consente di tutelarle e allo stesso tempo di farsi conoscere anche al di là della piattaforma! Puoi creare le tue immagini personali direttamente da Instagram e condividerle sulla bacheca, ma anche con strumenti come Pinstamatic, che permettono in poco tempo di applicare filtri alle foto e di inserire testi su di esse.

Oltre ai pin più attinenti col tuo business, ben catalogati e con descrizioni semplici e efficaci, non bisogna dimenticare che Pinterest non è nato come un catalogo di vendita ma di idee. Le persone arrivano qui per lasciarsi ispirare e non c’è niente di meglio che creare delle infografiche che raccontino i valori del brand, o che riportino citazioni che sono in linea con le nostre idee e col messaggio che vogliamo trasmettere.
Per spiegarlo meglio, Pinterest è uno strumento strepitoso per il visual marketing perché permette di sviluppare uno storytelling duraturo e molto accurato del proprio brand.

Il tutto richiede del tempo e una particolare attenzione alla grafica, ma non credi che ne valga la pena?

Commenti