Sembra che Instagram stia vendendo i like dei propri utenti

Falsi Like, la vera nuova fuffa dei social

Negli ultimi giorni è scoppiata una nuova bolla legata ai social, l’attività poco chiara dei Like sul profilo Instagram. Stratagemmi tecnologici a colpi di gradimento, non sempre volontari e gratuiti. 

 

Pochi giorni fa mi è capitato di leggere un articolo de “La Stampa” in cui si parlava di un fatto di cronaca legato al mondo dei social. Sembra che, uno dei più influenti e diffusi, Instagram, abbia abusato, nelle strategie utilizzate, di  trucchi per taroccare fan e followers.

Dalla fonte viene condotta una analisi sul fatto che il social compri i follower, ovvero le persone che seguono il profilo, i fans  e i Like, ovvero i soggetti che gradiscono i contenuti e lo stesso gradimento. Nella sua analisi, l’articolo Quanto costa la spunta blu su Instagram”,  scende ancora più nel dettaglio e comunica la presenza di diverse applicazioni pensate ad hoc, proprio per scambiare Like ai post.

Quindi sul social oltre ad utilizzare lo stratagemma per comprare  i gradimenti, secondo quanto riportato da Mashable, esisterebbe un portale segreto in cui richiedere la spunta blu, dando la possibilità di utilizzare il nostro Like davvero a caso e dando direttamente a noi il Like delle altre persone, evidentemente, sempre a caso!!

Ci ritroveremo a vedere dei profili con 20 milioni di followers con interazioni completamente false, con 200/300 Like non veri. Ma la cosa più grave è che questo strumento venga utilizzato  da grosse aziende, per esempio del settore moda, fashion o del più generico mondo commerciale, che si approfittano della scarsa conoscenza da parte del pubblico per accaparrarsi in poco tempo finti consensi, comprati, mai esistiti, che lo aiutano con il proprio ranking ma che di reale non hanno niente, se non visualizzazioni sterili. Per carità il numero di follower è importante ma se le persone sono veramente esistenti.

Quanto tempo ci metterà la gente e soprattutto gli artigiani, che vivono di commercio, a capire che è tutto falso, che è tutta fuffa? Non è importante solo il numero dei propri seguaci, ma è fondamentale, nel mondo dei social, avere una interazione reale con le persone, che vanno trattate in primis da esseri umani e non da numeri, con la corretta interazione che l’essere umano merita.

La “sindrome” del numerone da capogiro conta poco, ricordiamocene, se non c’è una vera e reale interazione con le persone e che il profilo social di prestigio vincerà solo quando riuscirà a far metter in contatto l’Azienda con il Cliente, facendo sentire quest’ultimo attore principale.

E tu, da oggi, a chi darai il tuo like?

 

Se vuoi leggere il mio nuovo libro clicca su:

http://laconversione.it/

 

Commenti